salta la barra


Comune di Prato

 indietro
homepage Sportello animali
Diritti e doveri

Come condurre i cani

Norme di comportamento

La tutela degli animali e la corretta convivenza con gli uomini è stabilita dal Ministero della Salute e per il territorio pratese dal Regolamento Comunale sulla tutela ed il benessere degli animali in città.

In particolare, il Ministero della Salute ha emesso Ordinanza del 6 agosto 2013 modificata ed integrata dall'Ordinanza del 3 agosto 2015 che impone nuovi obblighi ai padroni dei cani:

  • il guinzaglio dovrà essere utilizzato nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani. Il guinzaglio non potrà essere più lungo di un metro e mezzo;
  • la museruola va sempre portata con sè;
  • è obbligatorio raccogliere le feci. Il proprietario del cane o chi lo detiene a qualsiasi titolo sarà responsabile penalmente e civilmente dei danni provocati dall'animale;
  • i minori, i delinquenti abituali e i pregiudicati non potranno avere un cane di elevata aggressività;
  • sono vietati l'addestramento dei cani per esaltarne l'aggressività e la sottoposizione dei cani a doping.

L'ordinanza, che verrà validata di anno in anno, non comprende i cani delle Forze Armate, delle Forze dell'Ordine, quelli delle persone diversamenti abili e quelli utilizzati per la conduzione delle greggi.

Esercizi e uffici

Il Regolamento comunale stabilisce che i cani accompagnati dal proprietario o da un detentore, possono entrare in tutti gli esercizi pubblici e commerciali e nei locali e uffici aperti al pubblico basta che siano tenuti al guinzaglio e con la museruola ad eccezione dei cani di piccola taglia che possono essere tenuti in braccio od in borsa.
I proprietari o detentori devono comunque avere cura che i loro cani non sporchino e non creino disturbo o danno.
Il responsabile del negozio o dell'ufficio può impedire l'ingresso dei cani con una apposita richiesta al Comune.
Non è possibile vietare l'ingresso ai cani guida che accompagnano persone non vedenti o ipovedenti.

Mezzi Pubblici

Sui mezzi pubblici di trasporto i cani accompagnati dal padrone o detentore hanno accesso, secondo le modalità previste dai gestori del pubblico servizio.

Giardini pubblici: divieti e alternative

Le persone proprietarie di un cane, prima di portare l’animale all’interno di un giardino pubblico, devono accertarsi che sui cartelli informativi posizionati all’ingresso del giardino, sia permesso l’accesso.
L'elenco dei giardini pubblici vietati e di quelli in cui è consentito l'accesso è consultabile nell'ordinanza del 7 ottobre 2003.

Aree di sgambatura

Esistono delle aree dove i cani possono essere lasciati liberi di muoversi senza guinzaglio, dette aree di sgambatura. In queste aree resta l'obbligo di raccogliere gli escrementi con la paletta.
L'elenco completo delle aree di sgambatura è visibile nella scheda "Conduzione di cani su aree pubbliche"

Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 13.04.2017
 indietro inizio pagina