salta la barra


Comune di Prato

 indietro
homepage Sportello animali
Animali in viaggio

Mezzi di trasporto

Trasporto in treno

Le regole per il trasporto degli animali domestici variano in base alle dimensioni dell'animale e alla tipologia del treno.
Restrizioni e diverse modalità di trasporto sono previste secondo il tipo di treno che si prende: Eurostar, Intercity, regionali e interregionali o Wagon Lit. Prima di partire è meglio informarsi presso Trenitalia oppure Italotreno (link esterni).
I cani guida per ciechi sono ammessi gratuitamente in qualunque treno e classe. Per i treni che vanno all’estero, occorre il certificato di vaccinazione antirabbica per entrare in alcuni paesi dell’Unione Europea.

Trasporto in aereo

Quasi tutte le compagnie aeree consentono il trasporto di animali.
Quando si prenota un viaggio in aereo con il proprio cane o gatto, è opportuno controllare se il volo prevede scali in Paesi di transito con cambi di compagnia aerea o di velivolo, sia perché i trasferimenti da un aeromobile ad un altro possono comportare rischi per gli animali stessi (rottura delle gabbiette e smarrimento dell’animale), ma soprattutto perché l’animale può essere bloccato nel Paese di transito per eventuali controlli sanitari o addirittura per il fermo della quarantena. Pertanto, bisogna informarsi preventivamente sugli obblighi sanitari anche del paese di transito non solo di quelli relativi al paese di arrivo.

I cani guida per non vedenti possono viaggiare con il proprietario purché muniti di museruola e guinzaglio.

Per quanto riguarda l’accesso a bordo dell’aeromobile di cani e gatti a seguito di un passeggero, non esiste una regolamentazione unica per tutte le compagnie aeree. Ogni compagnia di navigazione può infatti stabilire la tipologia della gabbietta utilizzata per il trasporto dell’animale, il numero degli eventuali animali accettati in cabina o la possibilità di farli uscire o meno dalla gabbietta, ecc.
Generalmente, per ogni volo, è ammesso in cabina un certo numero di animali: cani di piccola taglia (inferiori a kg. 10 di peso) e gatti (alcune compagnie accettano il classico trasportino altre ne richiedono di particolari).

I cani di media o grande taglia, invece, viaggiano nella stiva pressurizzata in apposite gabbie rinforzate. Alcune compagnie garantiscono l’assistenza di personale specializzato, centri di assistenza e di ristoro per gli animali duranti gli scali.
Canarini e altri piccoli animali viaggiano in cabina in gabbia.


Trasporto in auto

Il trasporto di un animale domestico in auto è consentito a condizione che l’animale non costituisca impedimento o pericolo per la guida.
Il trasporto di più animali domestici è permesso purché gli animali siano custoditi in un'apposita gabbia o contenitore oppure nel vano bagagli diviso da rete o altro materiale adatto.
L'articolo del Codice della strada che regola il trasporto in auto di animali domestici è l'articolo 169 (link esterno).

Nelle autostrade ci sono alcuni autogrill dove all'interno sono presenti delle aree riservate agli animali. Per informazioni www.autogrill.it (link esterno)

Trasporto in nave o traghetto

Per quanto riguarda brevi traversate su navi e traghetti, su alcune compagnie di navigazione, ad es. Tirrenia, viene richiesto il certificato di buona salute del veterinario per i cani e, nel caso di trasferimenti in Sardegna, è richiesta la vaccinazione antirabbica. 
Sui traghetti i cani sono ammessi con guinzaglio e museruola, i gatti nell’apposito trasportino:
I cani di piccola taglia possono viaggiare in cabina con il padrone previo consenso delle altre persone a bordo.
I cani di taglia grande o media possono alloggiare negli appositi canili di bordo, ma generalmente, è permesso tenerli sul ponte con il padrone se muniti di guinzaglio e museruola.

Trasporto in moto

Il trasporto di un animale su un veicolo a due ruote è consentito a condizione che l’animale non costituisca impedimento o pericolo per la guida.
Il trasporto è permesso purché gli animali siano custoditi in appositi contenitori o gabbie che non devono sporgere rispetto all’asse mediana del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma del mezzo, oltre i 50 cm. Inoltre i contenitori o le gabbie devono essere saldamente assicurati e non devono limitare o impedire la visibilità al conducente.
L'articolo del Codice della strada che regola il trasporto in moto di animali domestici è l'articolo 170 (link esterno).

Trasporto in Taxi

Il trasporto in taxi di animali è a discrezione di chi lo conduce, non vi sono al momento delle leggi che lo regolamentano.
E’ consigliabile contattare il centralino della Cooperativa Taxi e avvisare della presenza dell’animale, in modo che venga inviato un tassista disposto a trasportare l'animale.
Il trasporto non impone il pagamento di una sopratassa, né vi sono obblighi di tenere il cane in gabbia o nel trasportino.

Trasporto in autobus

Gli animali possono salire su tutti i mezzi di trasporto pubblico basta che siano accompagnati dal padrone o da un detentore. Per i cani è obbligatorio l'uso del guinzaglio e della museruola, durante la corsa non può esserci più di un cane di grossa taglia.
Il proprietario o detentore dovrà avere cura che non sporchino o creino disturbo o danno alcuno agli altri passeggeri o alla vettura.
Non potranno essere trasportati sui mezzi di trasporto pubblico animali appartenenti a specie selvatiche di comprovata pericolosità.

Data ultima revisione dei contenuti della pagina: 18.05.2017
 indietro inizio pagina